giovedì 16 giugno 2016

SOSTITUZIONE ETNICA

Secondo l'Istat, in Italia, per la prima volta dopo 90 anni, nel 2015 la popolazione è diminuita di 130mila unità rispetto all'anno precedente.
Drammatiche anche le cifre relative all'invecchiamento.
L'età media si è, infatti, innalzata a 44,7 anni, mentre il saldo negativo delle nascite rispetto alle morti è di 161.791 unità.
Un dato peggiore si è avuto solo durante la prima guerra mondiale. 
In Italia cresce, ormai, solo il numero degli stranieri, arrivati alla percentuale, approssimativa, dell'8,3 percento della popolazione. Un dato che va senza dubbio integrato con il fenomeno della clandestinità.
È chiaro che in assenza di una seria politica volta ad incentivare le nascite e a fermare il triste fenomeno dell'emigrazione (100.000 persone), l'Italia è destinata a diventare una terra senza italiani.
L'ITALIA STA MORENDO

Nessun commento:

Posta un commento