mercoledì 4 maggio 2016

Il primo punto per la Ricostruzione Nazionale!

8 PUNTI PER LA RICOSTRUZIONE NAZIONALE.
Una strada chiara. Lo stesso semplice programma dal 1997
PUNTO 1: ABROGAZIONE DELLE LEGGI ABORTISTE
Forse, il primo è il punto più contestato del programma forzanovista, un punto “bigotto” per chi non condivide la matrice spirituale del Movimento.
È, invece, un punto semplicemente meno “popolare”, troppo difficile da capire, dopo 38 anni di propaganda anti-nazionale contro la vita e il futuro delle nazioni. Un punto irrinunciabile, anche per chi non è cattolico.
In verità è tutto estremamente facile, ma bisogna ascoltare e usare il cervello.
FORZA NUOVA si batte per l’abolizione immediata di tutte le leggi e le pratiche abortive che, in nome di un dichiarato edonismo e di una presunta socialità, negli ultimi decenni hanno insanguinato il mondo, minando il presente ed il futuro dei popoli. Un popolo che uccide i propri figli non ha futuro. Aderendo al principio che la vita comincia dal concepimento e che la fine dell’uomo trascende l’esistenza terrena, FORZA NUOVA opera per la rigenerazione dei costumi del popolo e considera determinante la creazione di strutture volte all’accoglienza del nascituro in un contesto sociale in cui i bambini siano “unici privilegiati nella nostra società”.
È FONDAMENTALE CAPIRE QUESTO:
In Italia, dall'introduzione della legge 194 (22 maggio 1978), sono stati finanziati dallo Stato circa 5 milioni e mezzo di aborti.
In Italia, quindi, mancano oggi più di 5 milioni di italiani dai 0 ai 38 anni, quello che individualmente è considerato da molti un "diritto" a livello sociale si può definire un genocidio. Più di 5 milioni di italiani, lavoratori e futuri lavoratori. Futuri padri e madri, professionisti, studiosi... risorse preziose per il futuro della comunità nazionale, per il bene comune.
Può avere futuro una nazione che ammazza i propri figli e importa immigrati, in numero anche superiore agli italiani (andate a guardare i dati) a cui è stato impedito di nascere, con la scusa di pagare le pensioni e fare “lavori che gli italiani non vogliono più fare”?
L'ITALIA HA ALTRI PROBLEMI CHISSENEFREGA DELL'ABORTO.
Lo potrete gridare finché ci saranno italiani, fra 20 anni potrebbe essere troppo tardi. E vi ricordiamo che, 20 anni fa, molti non credevano che l'immigrazione sarebbe stato un problema. Purtroppo avevamo ragione noi. Come sempre.

Nessun commento:

Posta un commento