venerdì 15 aprile 2016

01/05/2016 Lotta Studentesca Avellino a Matera!

Il prossimo primo Maggio, Lotta Studentesca scenderà in piazza a Matera e Treviso con due manifestazioni nazionali simultanee sul tema della disoccupazione giovanile.
Le motivazioni dei cortei sono da rinvenire nella cronica incapacità della classe politica di elaborare un piano occupazionale generale; nel dilagare dell’immigrazione, fenomeno che ha completamente sfasato il mercato del lavoro e reso il lavoratore italiano poco competitivo; nel totale disinteresse per l’investire nella scuola, nell’università e nella ricerca come emerge dalla legge “buona scuola” figlia del governo Renzi.
La città di Matera, capitale europea della cultura 2019, non è stata scelta a caso come luogo di una delle due manifestazioni. “Un paese privo di programmi rivolti ad investire nella cultura e nell’educazione dei giovani, è un paese morto. In Italia, qualora l’insegnamento è presente, è spesso storicamente lontano dalla realtà dei fatti, avvicinando gli istituti scolastici in istituti di propaganda piuttosto che in istituti dispensatori di cultura. In questo senso, Lotta studentesca è il faro in lontananza durante una tempesta.” Queste le parole di Biagio Bellizio, coordinatore regionale di Forza Nuova Basilicata.
"Il sud Italia si sta rialzando, la nascita ed il radicamento dei nostri nuclei in tutte le regioni del meridione ne è la prova" sono invece le parole di Salvatore Pacella coordinatore per il sud Italia del movimento. “Oggi i giovani che cercano dei modelli sani, liberi ad esempio dalla schiavitù della droga, individuano nel militante di Lotta Studentesca l’esempio, perché è ciò che ci proponiamo di essere: un esempio per tutta la gioventù pensante d'Italia, che possa individuare nei nostri militanti una credibile speranza".
Infine conclude Andrea di Cosimo, responsabile nazionale di Lotta Studentesca: “il Sud Italia è una terra difficile ma è anche baluardo di tradizione e identità, per questo non va abbandonato, ma anzi va utilizzato come punto di partenza per la vera svolta della nostra Patria. Per questo noi il primo maggio saremo a Matera a sfilare con più di cento militanti, faremo mostra del nostro ardore, della nostra voglia di vivere, dimostreremo che lo spirito dell’uomo è ancora vivo!"

Nessun commento:

Posta un commento