venerdì 18 marzo 2016

Forza Nuova alla conquista delle Università!

- APPELLO: UNIVERSITA', E' L'ORA DELLA RICONQUISTA!

LE IDEE DI FORZA NUOVA ALLA CONQUISTA DELLE UNIVERSITA'
La crescente penetrazione del Movimento nel mondo giovanile attraverso Lotta Studentesca, in quello sociale grazie a Solidarietà Nazionale e all' Associazione Evita Perón, le enormi potenzialità che ancora possono esprimere il progetto Avamposto Verde e, più recentemente, le Passeggiate per la sicurezza e il Dipartimento Disabilità confermano la vocazione di Forza Nuova alla creazione di spazi significativi di contropotere. Adesso tocca alle Università.
LA STORICA ASSENZA DAL MONDO ACCADEMICO
Al di là delle storiche, generose componenti attivistiche, che hanno per decenni tentato di contrastare l'egemonia marxista, il mondo accademico è stato una no go area per la cultura italiana e tradizionale per oltre mezzo secolo. 
Se nei licei e negli istituti tecnici è rimasta una tenace resistenza attivistica, con Lotta Studentesca, capace di imporre in alcune realtà un' egemonia forzanovista, l' Università resta ancora una cittadella da espugnare. Un oscuro castello da cui scaturiscono concezioni morali, filosofiche ed economiche riconducibili alla Frankfurt school, "scuola" di altissima sovversione nichilista, o alla London School of Economics, formatrice di quadri finanziari mondiali, allevati nelle accademie della rapina e dell' inganno.
DAR VITA AD UNA SCUOLA DI PENSIERO NAZIONALE
Più che luogo per la conquista di spazi fisici, è necessario che l' Università divenga oggi sede di scontro dottrinario e politico.
Ogni Facoltà è un deserto spirituale cosparso dai semi della divisione sociale, della scissione tra morale e politica, morale e arte, etica e diritto. In nome di un presunto pragmatismo e di una proclamata indipendenza delle discipline, non solo tra loro, ma anche rispetto alla morale e alla verità, si propagano, senza un sano contrasto radicale, tesi mai dimostrate, false, astratte e anormali, teoremi funzionali alla produzione di una classe politica e di pseudo élite culturali inaffidabili, grigie e, fondamentalmente, incolte. Le facoltà sono zone franche in cui operano veri e propri agenti della dissoluzione, che non perdono occasione per mostrare la vacuità delle proprie tesi e la costante sudditanza intellettuale agli interessi antiumani del potere finanziario internazionale. 
D'altronde, cos'altro avrebbero potuto generare i sogni di un '68 rapidamente trasmutatosi in incubo e delirio della ragione?
L' alternativa non è da inventare, è stata già costituita nei secoli, e negli adattamenti degli ultimi decenni, da pensatori, studiosi, economisti che, alla luce della Verità e della Tradizione, hanno sviluppato, sul solco del realismo tomista,  in tutti gli ambiti e per tutte la facoltà un Pensiero che possiamo definire Nazionale, Sociale e Cristiano, fondato sulla rigorosa adesione alla verità e indispensabile alla creazione di un Futuro che è necessario edificare per l' Italia e per l' Europa.
APPELLO AI GIOVANI UNIVERSITARI
Ecco il senso del nostro appello ai giovani che frequentano l' Università che vogliano affrontare, rivestiti di adeguate armature culturali, le difficili battaglie morali, culturali e politiche che attendono di essere combattute e, con esse, la stessa battaglia della vita. 
La tradizione storica delle nostre Università risplende ancora di luce calda e vibrante, essa è però, oggi più che mai, occultata da oscuri ideologismi disumani: gender, pensiero antinazionale, innaturali e anticristiane filosofie della dissoluzione, teorie economiche ultracapitaliste e foriere di grandi crisi, ricostruzioni storiche false e funzionali ai potenti di turno, visioni geopolitiche da American University ne hanno usurpato gli spazi.
Noi possiamo e dobbiamo riaffermare in ogni Facoltà d'Italia lo studio della controcultura, o meglio, della sana cultura italiana, demolendo il sistema dalle fondamenta. 
Ogni giovane uomo e donna pronti a rispondere all' appello riceveranno studi e tesi di pensiero elaborate da validi studiosi italiani controcorrente e avranno la possibilità di tenere e organizzare conferenze, invitare esperti, seminare cultura tradizionale, contribuire a costruire l' assetto generale di una nuova classe politica e di una nuova élite intellettuale. 

Ecco, in sintesi, gli obiettivi del progetto:

1)   entrare rapidamente nelle Università attraverso la diffusione    delle nostre idee forza
2)   conquistare spazi interni alle varie Facoltà e dar vita ad una rete di docenti in organico rapporto con i gruppi studenteschi 
3)  creare una classe politica, attivisticamente e intellettualmente preparata, che, grazie a spazi di agibilità da acquisire in tutte le accademie, neutralizzi sia l' arroganza fisica dei liberal marxisti   che le loro pretese intellettuali.
SE SEI UN UNIVERSITARIO DI FORZA NUOVA CONTATTA IL TUO COORDINATORE REGIONALE SE NON FAI PARTE DI NESSUN MOVIMENTO E VUOI SAPERNE DI PIU' SCRIVICI IN PRIVATO!

Nessun commento:

Posta un commento