mercoledì 27 gennaio 2016

NO al DDL Cirinnà!

Sabato 30 gennaio a Roma in Piazza San Giovanni (Circo Massimo) si terrà il Family Day, la giornata per la famiglia naturale, contro il DDL Cirinnà, tanto chiacchierato in questi giorni. 
È un dovere partecipare ed anche Forza Nuova sarà presente quel giorno, nonché la difesa della famiglia naturale come nucleo fondamentale della società  va supportata ed è una battaglia che portiamo avanti da sempre. 
Per chi non lo sapesse il DDL Cirinnà prevede: le unioni civili degli omosessuali con gli appositi "diritti" tra cui le adozioni di bambini, cioè l'obbiettivo, delle lobby LGBT, principale. 
Tra gli altri diritti tanto richiesti ci sono: diritto di visita in ospedale e carcere, di non testimonianza in caso penale in tribunale qualora la testimonianza fosse contraria al proprio convivente omosessuale, amministrazione di sostegno, diritto al subentro nel contratto di locazione, diritto alla quota patrimoniale nel testamento, di acquisizione dei beni ottenuti nel periodo di convivenza... Ma questi sono tutti diritti già presenti in costituzione! Solamente due ne mancano: il diritto alla pensione di reversibilità e il diritto alla quota di legittima nel testamento patrimoniale. Ma perché noi ne siamo contrari? Perché si ricollegano direttamente alle adozioni dei bambini; in natura per una coppia di pari sesso non è materialmente possibile procreare e non tralasciamo il fatto più importante: un bambino (la vittima innocente) ha bisogno di una figura paterna e materna per crescere in un contesto sano. Questo non lo diciamo solamente noi, "i soliti cattivi" della situazione, ma i migliori psicologi di tutto il mondo (https://ontologismi.wordpress.com/2015/04/22/elenco-di-studi-che-evidenziano-i-problemi-legati-alle-adozioni-in-coppie-dello-stesso-sesso/ ), e  anche persone che l'hanno vissuto in prima persona, come Dawn Stefanowicz, residente in Canada (matrimonio gay consentito dal 2005), che ha scritto in un libro in cui racconta la sua esperienza e ha testimoniato vicende anche di altre persone, del  forte disaggio che si prova in una famiglia omosessuale e del dolore dei bambini che negheranno spesso il dolore provato nella mancanza di un genitore biologico (http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/adozioni-gay-il-no-di-una-figlia-cresciuta-da-due-papa/ ). 
La nostra non è omofobia o razzismo, è solo buon senso. Non lasciamo che gli egoismi di poche persone rovinino la vita alle vere vittime di tutta questa follia, i Bambini! 
Non restare più a guardare e Lotta con Noi! 



Nessun commento:

Posta un commento