mercoledì 23 dicembre 2015

Salva Banche o Salva Tasche?

In questi giorni si è tanto sentito parlare del Decreto Salva Banche, che riguarda tutte quelle banche che si trovano sull’orlo del fallimento e che per raccogliere e rimpinguare le loro casse vuote hanno volutamente truffato e raggirato i propri clienti. Le banche interessate da questo Decreto sono: Banca delle Marche, Banca Etruria, CariChieti e CariFerrara. Tra i dirigenti di una di queste banche (Banca Etruria), il caso volle che ci fosse il padre dell’attuale Ministro per le Riforme Istituzionali Maria Elena Boschi. Questa paradossale coincidenza, fa destare il peggiore dei sospetti: le leggi, decreti e riforme si fanno solo per salvaguardare amici e parenti?
Non è bastata la mozione di sfiducia alla ministra, visto che grazie alla FINTA OPPOSIZIONE questa non è passata.
Purtroppo questo decreto non ha ancora stabilito fino a che limite (importo sicuramente parziale) ed in quale modo verranno risarciti tutti gli azionisti (circa 130.000) ed i clienti truffati (circa 10.500) con i bond subordinati e nemmeno da chi, ha solo salvaguardato i dipendenti delle banche, i correntisti e clienti con obbligazioni ordinarie.

In questo periodo si dovrebbe pensare soprattutto a tutti questi italiani che stanno passando un periodo non troppo facile visto che hanno perso la maggior parte dei propri risparmi, intravedendo un futuro con non rosee aspettative. Quando capirete che Forza Nuova è l’unica vera opposizione a questo governo, e che solo noi tuteliamo e pensiamo agli interessi degli italiani? Ora è il momento!  


Nessun commento:

Posta un commento